PARCO STORICO REGIONALE DEL DECENNIO FRANCESE IN CALABRIA
COMUNICATO: Incontro del Parco storico Regionale del Decennio Francese in Calabria con l’Assessore Regionale alla Cultura Prof.ssa Maria Francesca CORIGLIANO.
A seguito richiesta del Direttivo giorno 29 gennaio 2019 alle ore 12:00 il Direttivo del Consorzio del Parco Storico Regionale del Decennio Francese è stato ricevuto dall’Assessore alla Cultura della Regione Calabria negli Uffici della Cittadella Regionale. Presenti il Sindaco di Maida, il Sindaco di Sant’Onofrio, il Vice-Sindaco di Marcellinara, il Delegato del Sindaco di Zambrone oltre al Presidente della Murat Onlus nonché Presidente del Parco storico. Assisteva il Dottore Salvatore BULLOTTA. Dopo i saluti di rito il Dottore G. Pagnotta riassume ai presenti la situazione del Parco Storico: il lungo e difficoltoso iter costitutivo e formativo ed il completamento dello stesso con l’approvazione dello Statuto da parte del Presidente della Regione Calabria; il completamento della formazione degli Organi statutari con le nomine dei singoli componenti. Ad oggi il Parco è pronto per partire, occorre però che, per come previsto della Legge, anche la Regione faccia la sua parte e cioè nomini i Revisori dei conti e proceda al finanziamento della stessa con un congruo fondo annuale di dotazione in modo tale da dotarla delle risorse finanziarie necessarie per la realizzazione degli scopi sociali. Continuando prende la parola il Sindaco di Maida il quale ribadisce l’importanza per la cultura calabrese delle azioni che dovrà svolgere il Parco storico, importanza che supera lo stesso campo culturale per estendersi in quello Turistico attraverso le Rievocazioni storiche rese possibili dagli episodi della Campagna Napoleonica dello Stretto incluso il fenomeno del Brigantaggio. In particolare evidenzia l’esigenza di realizzare la Rievocazione storica della Battaglia di Maida che costituisce l’episodio militare più importante di tutto il periodo della Calabria Napoleonica insieme alla fucilazione del Re Gioacchino Murat a Pizzo. Con l’intervento del Dottore Salvatore Bullotta vengono precisati le ulteriori azioni ed iniziativa rientranti nella progettualità del Parco Storico. Dai convegni, aperti al mondo della Scuola, nei territori per la riscoperta della nostra storia locale che nel periodo napoleonico diventa anche storia italiana e storia europea. Alla tutela e valorizzazione della stessa mediante l’individuazione dei luoghi, il recupero degli stessi curandone la manutenzione e l’accessibilità, la stampa di una brochure da diffondere in tutta la Calabria invitando i visitatore a percorrere i “Sentieri Napoleonici” e cioè le stesse strade e gli stessi luoghi percorsi dai personaggi storici dell’epoca. All’epoca la strada per le Calabrie si fermava ad Eboli, oltre spezzoni delle strade romana e semplici sentieri percorribili o a cavallo o a piedi. Quindi prende la parola l’Assessore Maria Francesca Corigliano la quale prende atto di tutto quanto esposto ravvisando nelle iniziative proposte elementi altamente validi sia sotto l’aspetto culturale che quello turistico. Evidenzia pertanto l’esigenza di provvedere al finanziamento della legge regionale sul Parco storico del Decennio Francese Calabria alla quale provvederà con l’approvazione del nuovo Bilancio avendo già approvato quello relativo al 2019, oppure appena si creeranno le opportune condizioni con idonee variazioni di bilancio. Prima delle conclusioni il Presidente Dottore Pagnotta fa presente all’Assessore che il Parco ha tra i propri scopi anche quello del recupero di tutte le testimonianze rimaste di quel periodo sia con riferimento ai beni mobili che beni immobili. Interventi questi, data la loro importanza anche sotto il profilo economico per i quali saranno disposti dal Consorzio insieme ai Comuni interessati appositi progetti da presentare nelle sedi opportune sia statali che europee. Al termine di questo prima incontro che non poteva che avere carattere interlocutorio le parti si lasciano con reciproca soddisfazione rimandando ad ulteriori incontri l’approfondimento delle iniziative specifiche. 
Il Presidente
G. Pagnotta

Pin It on Pinterest

Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: